sabato 16 aprile 2016

Metodo Montessori. Come nasce la mia nomenclatura

   


Ciao a tutti!

Oggi voglio raccontarvi come nasce la mia nomenclatura
La nomenclatura fa parte del materiale utilizzato nelle esercitazioni del metodo Montessori.




Ho realizzato una serie di dieci illustrazioni raffiguranti dieci animali del bosco; 
la marmotta, il cervo, il picchio, l'orso, il procione, il cinghiale, l'istrice, la volpe, lo scoiattolo e la civetta
(vedi post precedente). 

Ho preparato due serie di figure chiare e proporzionate;



                                            
  

                           In una serie, i cartoncini recano scritto, sotto la figura, il nome corrispondente: 


                                                            
                                          


      Nell'altra serie, i cartoncini recano solo la figura.
 I nomi sono scritti separatamente su bigliettini tutti uguali della medesima lunghezza e sono raccolti in una bustina inserita nella serie:  
                                            
                                                  
          


Come avviene l'esercitazione;

esistono quattro presentazioni

Presentazione  1  (Osservazione)
L'insegnante sceglie una delle due serie e la porge al bambino. Lo invita a osservare le figure senza aggiungere altro. Questo esercizio di osservazione è particolarmente indicato per i bambini più piccoli che sono attratti dalle figure.


Presentazione   2  (Appaiamento)  

Si danno al bambino due serie. Egli dispone una serie sul tappeto, poi sovrappone o affianca ad ogni figura della seconda serie quella corrispondente della prima e così via.



Presentazione  3  (Nomenclatura)

Si dispone sul tavolo una serie e si porge la nomenclatura con la lezione dei tre tempi.
Se il bambino sa già leggere gli verrà data la nomenclatura con la serie senza il nome.


Presentazione  4  (Lettura)  

questo esercizio di lettura viene svolto preferibilmente con tutte le figure disposte sul tappeto.
Sulla figura senza il nome, il bambino associa, leggendo, il cartellino con il nome.     


Lo scopo diretto: 

arricchire il linguaggio del bambino
- rendere sicuro il bambino nella lettura 

                                 
                                                                                  
Lo scopo indiretto: 

- gettare i semi per gli interessi culturali futuri che guideranno lo sviluppo mentale del bambino

Vi ho mostrato la conclusione della nomenclatura scientifica, ma ne esistono altri tre tipi;
la geografica, la  geometrica e la biologica.
Vi mostrerò al più presto le mie creazioni!!


 A te che hai dedicato del tempo a leggere il mio post.. 

Grazie!

Un abbraccio virtuale

Ilaria